Emergenza Coronavirus: Come comportarsi sui Social?

L’emergenza Coronavirus ha messo tantissime attività, soprattutto a livello locale, davanti ad un’unica scelta, ovvero la chiusura.

Riuscire a gestire queste situazioni non è del tutto semplice, anche perché viviamo praticamente rintanati in casa e poter comunicare con i nostri cari, in questo caso, con i nostri clienti sembra una cosa impossibile.

I social sotto questo aspetto ci danno un enorme aiuto.

Oltre a poter mantenere vive le relazioni con i nostri clienti, possiamo anche utilizzare questo periodo per adottare delle strategie e acquisirne di nuovi.

Navigando però sui social ho notato diverse pagine di brand e aziende che durante questo periodo continuano a pubblicare contenuti come se nulla stesse accadendo.

Siamo sinceri, non si può far finta e continuare a pubblicare promozioni e post che non seguono la realtà.

Non solo sprecheresti del tempo ma potresti anche sollecitare la sensibilità delle persone e creare un boomerang negativo nei tuoi confronti.

Questo non vuol dire però che devi fermare la tua comunicazione sui social e aspettare che questa emergenza finisca.

È impossibile non comunicare.

I clienti, le persone, mai come in questo periodo, hanno bisogno di relazionarsi, di sentirsi al sicuro e una parola non detta o un gesto non fatto rappresentano comunque una “comunicazione”.

Per questo ho deciso di scrivere questo articolo e di lasciarti qualche consiglio pratico per migliorare la comunicazione sui Social e trasformare, ove il nostro business lo permette, questa crisi in opportunità di crescita.

Cosa possiamo fare allora per migliorare la comunicazione sui Social in momenti del genere?

  1. Rivedere i contenuti e il piano editoriale.

Cosa posso offrire in momenti del genere ai miei clienti e potenziali?

Bisogna porsi questo tipo di domande e adattare i contenuti alle risposte.

Esempio:
Hai un bar? Proponi delle ricette di cocktail da fare in casa.

Hai una palestra? Organizzati con gli istruttori e fai delle dirette streaming ogni giorno per gli esercizi da fare in casa. Potresti anche registrare dei video e pubblicarli sulla tua pagina.

Vendi prodotti alimentari? Attiva il servizio di trasporto sul tuo territorio.

Vendi corsi online? Invia degli estratti del corso alle persone che non ancora hanno acquistato, oppure aumenta le promozioni.

Potrei continuare ore ed ore e riportare tantissimi esempi, il punto chiave è che devi “sfruttare” questi momenti per mettere in luce le tue competenze e la tua esperienza.

Ecco un esempio.

2. Sensibilizza gli utenti a seguire e rispettare le norme

Potresti sfruttare questa emergenza per creare dei post “simpatici” e aiutare gli utenti a rispettare le norme per evitare il contagio.
L’importante è che fai attenzione ai contenuti che vai a creare, evita di essere spiritoso, potresti urtare la sensibilità di qualche utente.

In questo momento la paura è alle stelle.

Ecco un esempio pratico (di Real-Time marketing), fatto da Ceres.

3. Migliora l’assistenza clienti

Questo consiglio è rivolto soprattutto alle aziende che hanno un’attività solo online.

Immagina un e-commerce che vende prodotti e spedisce in tutta Italia.

In questo momento le persone acquistano solo su Internet quindi rassicura i tuoi clienti delle modalità e tempistiche delle spedizioni.

Metti a disposizione altri strumenti più semplici come Whatsapp e fallo sapere.

4. Rivedi le campagne pubblicitarie attive

In un momento del genere, vedere delle sponsorizzate che promuovono eventi dal vivo, viaggi, coupon per cene, mi rende perplesso.

Tranne per le attività essenziali, come supermercati e farmacie, il resto hanno l’obbligo di chiusura.

Quindi, perché sponsorizzare questo genere di attività e buttare dei soldi?

Mettere in pausa delle campagne pubblicitarie non è un problema, viceversa se hai attivato nuovi servizi, che possono essere realmente utili in questa situazione, come quelli per le consegne a domicilio è il momento giusto per iniziare ad investire in advertising.

In conclusione il mio consiglio è quello di analizzare bene tutti questi elementi e continuare a pubblicare, magari riducendo la frequenza e creare contenuti più vicini alle esigenze dei nostri clienti.

Questo articolo ha un commento

Lascia un commento

Chiudi il menu

Ciao!
Ti sei iscritto alla mia Newsletter?

  • Avrai accesso a tutte le risorse:
  • Email di news sul mondo dei social
  • Guide e tecniche pratiche per migliorare le tue Ads
  • Contenuti pazzeschi riservati agli iscritti

Ciao!
Ti sei iscritto alla mia Newsletter?

  • Avrai accesso a tutte le risorse:
  • Email di news sul mondo dei social
  • Guide e tecniche pratiche per migliorare le tue Ads
  • Contenuti pazzeschi riservati agli iscritti

Ciao!
Ti sei iscritto alla mia Newsletter?

  • Avrai accesso a tutte le risorse:
  • Email di news sul mondo dei social
  • Guide e tecniche pratiche per migliorare le tue Ads
  • Contenuti pazzeschi riservati agli iscritti

Ciao!
Ti sei iscritto alla mia Newsletter?

  • Avrai accesso a tutte le risorse:
  • Email di news sul mondo dei social
  • Guide e tecniche pratiche per migliorare le tue Ads
  • Contenuti pazzeschi riservati agli iscritti

Grazie per esserti iscritto alla mia Newsletter!

Come promesso, non ti invierò nessuna mail spam!